Pallanuoto, L’Iren Quinto non sfigura, ma il Brescia passa 10-6.

0
22

IREN GENOVA QUINTO-AN BRESCIA 6-10
IREN GENOVA QUINTO: F. Massaro, N. Gambacciani 1, A. Di Somma, Villa, G. Molina Rios 4, R. Ravina, A. Fracas, A. Nora, N. Figari, P. Mijuskovic 1, A. Massa, J. Gambacciani, Valle. All. Bittarello
AN BRESCIA: P. Tesanovic, V. Dolce 1, A. Pini, T. Gianazza 1, D. Lazic, L. Andreoletti, Zavaglia, K. Kharkov 2, J. Alesiani 1, S. Luongo, E. Di Somma 4, N. Gitto 1, T. Baggi Necchi. All. Bovo
Arbitri: Zedda e Paoletti
Note: Parziali: 1-3 1-3 1-2 3-2 Usciti per limite di falli Massa (Q) e Gambacciani (Q) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Iren Genova Quinto 0/6 e AN Brescia 3/14 + un rigore. Valle (Q) subentra a Massaro nel quarto tempo. Baggi Necchi (B) subentra a Tesanovic nel quarto tempo. Spettatori: 200 circa.

Grazie anche alle parate di un Francesco Massaro in grande spolvero, l’Iren Genova Quinto non sfigura alla “Marco Paganuzzi” di Albaro contro l’AN Brescianella nona giornata del campionato di serie A1. Certo, i lombardi vincono (10-6 il risultato finale), non corrono mai grossi rischi, ma non riescono a dilagare, complice anche una non ottimale realizzazione nelle diverse superiorità numeriche avute. Per i biancorossi uno stop (previsto) dopo due successi consecutivi e la testa che va al match di sabato prossimo in casa del Catania, che chiuderà il 2022.

Quando giochi contro una squadra che schiera sette giocatori olimpici – commenta il tecnico Luca Bittarellol’ultima cosa che devi fare è guardare il tabellone del risultato, ma giocare con umiltà e spirito di sacrificio. Noi lo abbiamo fatto, soprattutto in difesa, dove abbiamo preso pochi gol a uomini pare, proprio come ci eravamo prefissi di fare. Consideriamo la gara con il Brescia come un allenamento di altissima qualità, preparato comunque con il massimo scrupolo, e adesso pensiamo alla gara di Catania, dove punteremo ai tre punti“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here