Tagliato il nastro, partita l’undicesima edizione di Euroflora

0
685

Ore 17 e 12 minuti, il sindaco di Genova Marco Bucci insieme al presidente della regione Liguria Giovanni Toti tagliano ufficialmente il nastro inaugurale che dà il via all’undicesima edizione di Euroflora.

Davvero tanti partecipanti, a un certo punto saltano anche le connessioni dei cellulari e molti telefonini intenti a riprendere in diretta la scena – tra cui quelli de Il Nerviese – perdono il segnale.

Tuttavia, dopo il discorso robotico del piccolo androide elaborato dall’università di Ingegneria di Genova conclude il discorso lasciando spazio alle forbici dorate e al nastro tricolore.

Alla conferenza stampa delle 15 e 30, nella Palestrina di Ponente gremita, il sindaco Bucci arriva insieme al presidente Toti: “Euroflora ai parchi? Una scommessa vinta – ribadisce il governatore – Questo spazio verde è incredibilmente bello. Euroflora torna nella nostra città e lo fa nei Parchi di Nervi, orgoglio di tutto il Paese”.

Non poteva mancare il vice presidente del municipio IX Levante Federico Bogliolo, vero protagonista, lavoratore assiduo dietro le quinte e non del progetto: “Ho 25 anni, è 25 anni che vado ai parchi di Nervi e così belli non li avevo mai visti prima d’ora. Per un genovese, per un nerviese, Euroflora nelle nostre ville è davvero qualcosa di emozionante, da brividi”.

Presente anche il consigliere comunale con deleghe allo Sport Stefano Anzalone: “Qualche tempo fa il primo grande evento che avevamo portato nei parchi era la Nervi Run, oggi Euroflora. Nervi può e deve tornare a essere quella bellezza dall’attrazione internazionale che è sempre stata”.