I Troeggi di Capolungo a rischio crollo, i residenti: “Impeditelo!”

0
522

“Il nostro lavatoio sta cadendo a pezzi. Federico Bogliolo c’è la possibilità di fare qualcosa? Sarebbe veramente un peccato, è un pezzo di storia”. L’appello accorato al municipio IX – e diretto alla persona del vice presidente Federico Bogliolo – arriva da Carla Senarega: nerviese e capolunghina Doc. Dopo aver scattato la foto dei Troeggi di Capolungo, quelli che sono a metà tra il casello di Bocca di Rosa e la spiaggia, ha postato l’immagine sul gruppo Facebook Sei di Capolungo Se… chiedendo aiuto per una rapida ristrutturazione di quello chè un simbolo non solo del quartiere ma anche di una città e di una regione intera.

Paolo Villaggio, negli anni ‘40 passò parte della sua infanzia a Capolungo; così ricorda proprio i lavatoi oggi intolati a Giuditta, storica veccina che ha vissuto sempre nella creuza che porta la mare.
“Mille volte ho corso giù per la crêuza del casello -ricorda Villaggio – superavo i troeggi che adesso chiamano lavatoi, e mi lanciavo in mare. Mi tuffavo dallo scoglio grande e dal carabiniere, i più pericolosi”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.ilnerviese.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326