Tursi, le guardie zoofile devono stare nei Parchi

0
1315

Consiglio comunale in Sala Rossa. Attraverso la mozione 0056 del 18 aprile sono i consiglieri 5 Stelle a prendere la parola.

Maria Tini, Fabio Ceraudo, Stefano Giordano, Giuseppe Immordino e Luca Pirondini ricordano che i Parchi di Nervi sono parchi Storici e che la loro tutela è salvaguardata dal Regolamento d’uso dei Parchi Storici Comunali. Poiché  la sorveglianza all’interno dei parchi da parte delle guardie zoofile, o della polizia municipale o altre forze dell’ordine,  serve a far si che tale  Regolamento  venga rispettato, sottolineano che le guardie zoofile sono pubblici ufficiali e gli viene attribuita la funzione di polizia giudiziaria e quindi hanno il diritto/dovere di emettere sanzioni dove necessarie se non vengono rispettate le norme vigenti e chiedono al Sindaco e alla Giunta:

di accertarsi che venga rispettato il Regolamento d’Uso dei Parchi Storici Comunali nelle Disposizioni per i proprietari dei cani che prevede di condurre i cani sempre al guinzaglio, di rimuovere le deiezioni solide e limitare gli effetti di quelle liquide, di fare in modo che loro cani non urinino sui prati, arbusti o altra vegetazione per evitare che l’alta concentrazione di azoto dell’urina “bruci” la vegetazione stessa e, infine, che provvedano ad impedire ogni tentativo di escavazione del terreno.

– Di provvedere che le guardie zoofile, o chi per esse, svolgano in modo costante il loro lavoro di sorveglianza all’interno dei parchi per scongiurare comportamenti inadeguati da parte dei frequentatori e dei proprietari dei cani e che, in caso di inadempienza, come previsto dal Regolamento d’Uso dei Parchi Storici Comunali, procedano a comminare le sanzioni di legge, previste dallo stesso all’art. 9 comma 4

Approvata con 36 voti a favore e 3 astenuti: Alberto Campanella, Antonino Gambino e Valeriano Vacalebre (Fratelli d’Italia)


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.ilnerviese.it/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 326

LASCIA UN COMMENTO