Via Somma, le proposte per la sicurezza arrivano dai nerviesi

0
1390

Una vera e propria giunta, di cittadini però, si è riunita nei locali della Società di Mutuo Soccorso in via Donato Somma per cercare di trovare soluzioni e proposte in merito al difficile e intricato nodo della sicurezza in via Somma.

Le ipotesi emerse sono essenzialmente tre. La prima prevederebbe l’installazione di un’aiuola ad angolo che costituisca un vero e proprio impedimento fisico alla svolta in via Vosgi – come si vede nella foto di copertina – per le auto che arrivano da Levante; proprio quei mezzi che hanno creato così tanti problemi nel quartiere.

I genitori dei bimbi, automobilisti, centauri e nerviesi si sono riuniti insieme al al presidente Nerio Farinelli, vice presidente del Municipio IX Levante Paola Maccagno e all’assessore all’Assetto del Territorio Michele Raffaelli. Presenti anche i rappresentanti dei genitori delle scuole Manfredi e Fermi insieme a quelli dell’asilo Emile. Istituti tutti affacciati su via Somma.

Le mamme che hanno raccolto oltre 1300 firme in pochi giorni hanno chiesto di puntare l’attenzione anche sulla velocità che raggiunge sempre punte elevate.

“Si valuteranno tutte le ipotesi che sono state presentate – fanno sapere dal Municipio Levante – Quelle possibili riguardano l’installazione di autovelox e rilevatori di velocità. Si è parlato di pedibus e i dissuasori, vedremo”.

LASCIA UN COMMENTO